Microcemento

Pavimenti industriali

Ultimi progetti

Cosa è il microcemento

Il microcemento è un materiale che nasce dalla miscela degli ingredienti di base del calcestruzzo, ad eccezione delle modifiche chimiche, che forniscono le qualità chiave che supportano l’utilità di questo nuovo materiale.

La composizione di questo rivestimento si basa sull’unione di un conglomerante cementizio, aggregati singolari, additivi di catalizzazione, pigmenti inorganici e resine sintetiche.

Il prodotto finale è un mix leggero che ha un’elevata resistenza meccanica e attraenti qualità estetiche, che sono evidenti dopo l’indurimento.

Uso del microcemento

Nonostante la sua versatilità per adattarsi e aderire a qualsiasi suolo, il microcemento viene utilizzato principalmente in ambienti domestici e commerciali. Inoltre, non è solo usato per rivestire pavimentazioni, ma anche pareti, scale, facciate, ecc.

Ultimamente, il suo utilizzo si è concentrato solo su scopi architettonici ed estetici per ambienti interni. L’accessibilità economica del microcemento lo rende un forte concorrente del calcestruzzo lucidato. Tuttavia, questa competenza si verifica solo nell’ambito di edifici residenziali, amministrativi e commerciali. Per quanto riguarda il settore industriale, i capannoni industriali, le fabbriche, ecc., Il calcestruzzo lucido è la finitura appropriata per questi pavimenti.

Calcestruzzo lucidato per l'industria

Vantaggi e svantaggi del microcemento

Di seguito evidenziamo alcuni dei principali vantaggi del microcemento come materiale da costruzione.

Vantaggi del microcemento

  • Genera un rivestimento continuo, che non richiede alcun tipo di giunzione.
  • Ha una straordinaria aderenza, essendo in grado di aderire a un’ampia varietà di superfici di base.
  • Costituisce una pavimentazione di spessore ridotto, che tende ad oscillare tra 2 e 3 mm, rendendolo molto leggero.
  • Accessibilità.
  • Elevata resistenza meccanica e in grado di sopportare alterazioni abrasive da traffico e intemperie.
  • Impermeabilità.
  • Materiale ignifugo e asettico.
  • La lucentezza della finitura può essere preservata con una semplice manutenzione.

Svantaggi del microcemento

È normale che un materiale relativamente recente come il microcemento presenti alcuni difetti, poiché è soggetto a un processo di ottimizzazione necessario, per il suo carattere innovativo. Questi sono i suoi svantaggi:

  • La sua bassa diffusione termica lo rende un isolante mediocre, pertanto, di fronte a brusche sbalzi di temperatura, è inutile per conservare il calore dell’edific
  • La lucentezza della finitura è altamente suscettibile alla disattenzione, che richiede una frequente manutenzione.
  • Richiede manodopera specializzata e certificata.
  • La superficie del microcemento è sensibile alle alterazioni fisiche, quindi è altamente probabile che possa sviluppare graffi e macchie.
  • Il periodo di posa del microcemento come pavimentazione può durare in media una settimana.
  • Richiedono necessariamente un buon supporto, generalmente una rete in fibra di vetro.

Posa del microcemento

L’applicazione o la posa del microcemento è schematicamente un processo semplice, ma quando si tratta dell’esecuzione di ogni fase, sono richieste conoscenze specifiche per raggiungere standard minimi di qualità.

Pavimento in microcemento

Nonostante le grandi complicazioni e i requisiti tecnici, illustreremo ciascuna delle fasi della posa:

1º Fase: Preparazione della superficie

Questa fase prevede tutte le attività preliminari per la posa del microcemento, essenzialmente basate sulla pulizia della superficie da rivestire, per cui è necessario rimuovere polvere e sostanze in genere, quali grassi e oli.

Se possibile, è ideale misurare l’umidità della pavimentazione, verificare la presenza di acqua e garantire correttamente una superficie asciutta.

Un dettaglio rilevante è che il microcemento è un materiale non livellante, quindi è consigliabile controllare la planimetria della pavimentazione da rivestire. È essenziale che la superficie di supporto sia piana.

2º Fase: Fondo e rete

Questa fase è il culmine del condizionamento della superficie di supporto, consistente nell’applicazione di uno strato di adesione sul pavimento, che sarà successivamente accompagnato da una rete in fibra di vetro.

Lo strato di aderenza, noto anche come ponte di legame, è un liquido sintetico utilizzato per aumentare l’assorbimento delle superfici ceramiche, migliorando il consolidamento del microcemento.

La rete è responsabile di fornire una maggiore elasticità al rivestimento, dissipando le deformazioni e aumentando la resistenza alle fessurazioni.

3º Fase: Applicazione degli strati di base del microcemento

Terminati i preliminari, è tempo di procedere al primo posizionamento del microcemento, che deve essere adeguatamente distribuito, con l’attrezzatura appropriata (spatola metallica), in tutta l’area della pavimentazione in questione. In questa fase vengono applicati 2 strati di miscela, che richiedono una levigatura uniforme per ottenere spessori fini.

4º Fase: Applicazione di finitura microcemento

Simile a quello effettuato nella fase precedente, questa consiste nel posizionamento uniforme di 2 strati di microcemento, con la differenza che una spatola di gomma viene utilizzata per la distribuzione della miscela. Inoltre, lo spessore di questi strati deve essere sensibilmente maggiore di quello della fase precedente.

5º Fase: Sigillazione

Per terminare i lavori è necessaria l’applicazione di un sigillante, che è la principale barriera protettiva del rivestimento contro l’usura, inoltre, è lo strato che fornisce l’impermeabilità e la brillantezza definitiva. Di norma si applicano 2 strati di sigillante poliuretano ad una temperatura compresa tra 10 e 30 °C.

Quindi, calcestruzzo lucido o microcemento?

Per finire, diremo che il microcemento è una finitura abbastanza attuale e bella per l’interno di case o uffici.

D’altra parte, se lo spazio da costruire o da ristrutturare è un edificio o uno spazio industriale, l’ideale è pensare al calcestruzzo lucido, che è un trattamento già comprovato che offre sicurezza e qualità.

Se il caso è questo, il trattamento BECOSAN®, è un sistema completo per la pulizia di pavimentazioni industriali che raggiunge gli obiettivi che un pavimento industriale deve avere.

Articoli correlati

Fratasadora de hormigón

Calcestruzzo elicotterato | Lisciatrice per calcestruzzo

Per livellare o lisciare il calcestruzzo viene utilizzata una cazzuola elettrica, una macchina di finitura utilizzata per lisciare e livellare la superficie del calcestruzzo con una tolleranza eccezionalmente elevata.

industrial dust

Filtri aria industriali | Depolveratori industriali

Un edificio industriale dovrebbe essere dotato di buoni depolveratori industriali, filtri dell’aria industriali HEPA e pavimenti antipolvere. Questo ridurrà notevolmente i costi di manutenzione industriale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *